Gen 2: Melany Frias

Mi chiamo Melany Nicole Marte Frias. Sono italo-dominicana nata nella Repubblica Dominicana e cresciuta tra la Repubblica Dominicana e l’Italia. Ho fatto avanti e indietro tra i due Paesi da quando avevo 4 anni. Attualmente, sto frequentando l’ultimo anno delle superiori e l’anno prossimo studierò psicologia all’università.

Per cominciare, quando ti chiedono di descriverti cosa ti piace raccontare di te?

Mi piace dire che sono una persona molto introversa perché lo sono ma, allo stesso tempo, posso essere anche estroversa. Sono molto allegra, mi piace ascoltare molto le persone e dormo più di giorno che di notte.

E quando ti chiedono “da dove vieni”, come rispondi?

Rispondo che vengo da Santo Domingo, la capitale della Repubblica Dominicana e vado molto fiera di questa cosa.


Il nome di questa rubrica è “GEN2”, sai cosa significa? Ti identifichi in questo termine?

Sì, significa essere nati e/o cresciuti in Italia con genitori che provengono da un’altro Paese. Sinceramente, m’identifico in questo termine per il fatto che comunque sono cresciuta in Italia.

C’è qualcosa che le persone sbagliano sempre quando parlano di te o quando ti incontrano per la prima volta?

Sì, mi scambiano spesso per africana perché sono nera e spesso rispondo dicendo “Amo’, la gente nera esiste anche al di fuori dell’Africa”. Oppure, quando dico che sono madrelingua spagnola, o che sono dominicana, iniziano a chiedermi com’è la Spagna, come se solo in Spagna si parlasse lo spagnolo.

In generale, quali difficoltà hai incontrato/stai incontrando nel tuo percorso come GEN 2?

Sono cresciuta tra la Repubblica Dominicana e l’Italia: all’inizio non parlavo benissimo l’italiano. A scuola ho subito del bullismo proprio per questo motivo e, a 12 anni, sono stata insultata sul pullman solo perché ero seduta. Mi è stato chiesto anche da persone bianche se mi desse fastidio essere chiamata con la N-word. Tutte queste brutte esperienze mi hanno creato ansia nel prendere pullman perché non sai mai quando potresti essere insultata dal nulla solo per il colore della pelle.

In quanto persona bisessuale, qual è il tuo rapporto con la comunità LGBTQIA+ italiana? Ti senti accettata e di farne parte?

Ho un rapporto bellissimo con la comunità LGBTQIA+ perché mi sento accettata, senza che venga discriminata per il colore della mia pelle. Sono fiera di farne parte perché il sentirmi accettata mi dà più fiducia in me stessa.

Devo dire però che, alcune volte, ci sono delle persone che pensano che io sia queerfobica solo perché sono nera… Questo per me non ha molto senso.

Hai mai subito o vissuto episodi di razzismo o discriminazioni all’interno della comunità? Come hai reagito?

Mi è capitato che mi dessero dell’omofoba per via del mio colore della pelle; poi una cosa che mi dà fastidio in generale è il sentirmi dire “Ah sì, ma io preferisco le ragazze nere a quelle bianche” perché non è assolutamente un complimento ma è la sessualizzazione dei corpi neri.

Che ne pensi del mese del Pride? Ma soprattutto, come ti fa sentire “l’appoggio” alla comunità LGBTQIA+ di brand, aziende e progetti alla comunità per poi sparire?

Il mese del Pride è uno dei miei preferiti dell’anno perché ricordiamo una delle lotte più importanti per la nostra comunità, cioè i nostri diritti. I progressi fatti sono tanti ma la lotta continua finché non avremo tutti i nostri diritti.

Per quanto riguardo i brand, il rainbow washing è una cosa che mi dà tantissimo fastidio perché usano questo mese per il marketing fregandosene del vero significato del Pride Month. Fortunatamente, ci sono brand che spingono di più nel mese del Pride ma non spariscono durante l’anno e per questo li adoro.

Come ti vedi tra 5 anni? Ci sono progetti e sogni nel cassetto? Facci uno spoiler…

Fra cinque anni, mi vedo all’ultimo anno dell’università e mi sto preparando ad aprire il mio studio. Magari sto iniziando a fare musica perché è uno dei miei sogni nel cassetto e mi farebbe tanto piacere creare musica. Ora però basta spoiler.

Non perderti nessuna 
StorYa a
ColorY*

ColorY* si impegna a proteggere e rispettare la privacy degli utenti: le informazioni personali raccolte vengono utilizzate solo per amministrare gli account e fornire i prodotti e servizi richiesti.

Gli utenti potrebbero essere contatti con suggerimenti su prodotti, servizi o altri contenuti che a nostro giudizio potrebbero interessare loro. 
Se si desidera essere contattati a questo scopo, selezionare una delle seguenti modalità di contatto:

Puoi annullare l'iscrizione a queste comunicazioni in qualsiasi momento.
Per ulteriori informazioni su come eseguire questa operazione, consultare le nostre normative sulla privacy e altre indicazioni su protezione e rispetto della privacy, leggi la nostra Informativa sulla privacy.

Facendo clic sul pulsante qui sotto, si consente a ColorY* di archiviare e utilizzare le informazioni per fornire il contenuto richiesto.